Attenzione alle furbate mangiasoldi!

Il 3 Giugno ha dato inizio alle prove di ri-partenza, in maniera più misurata certo, ma siamo sulla strada giusta.
Se questo mese rappresenta un po' il corridoio, e funge da test per quello che sarà realmente l'estate, direi che possiamo essere ottimisti sulle prossime settimane e che da Luglio vedremo sbloccarsi definitivamente tutto.
Let's  cross our fingers!
Questo lo percepiamo sia nella voglia dei nostri amici viaggiatori di partire, sia dal numero di Paesi che si preparano alla riapertura al turismo, senza restrizioni.
Avevamo già messo in conto che questo mese sarebbero, però, venute fuori delle problematiche generali di ri-organizzazione soprattutto nei trasporti, ma sinceramente non ci aspettavamo delle scorrettezze così evidenti.
A chi aveva intenzione di ripartire subito con l'apertura delle regioni, avevamo consigliato di attendere qualche giorno a prenotare, per evitare i "voli fantasma" che li avrebbero fatti cadere nel tranello dei voucher forzati, (e ci avevamo visto giusto!).
"Ma cosa sono i voli fantasma?"
Te lo spiego subito
Considera che la quasi totalità delle compagnie aeree aveva già cancellato i voli di tutto Giugno e alla conferma della riapertura delle Regioni, qualcuna ha deciso di riproporli, diciamo in maniera poco trasparente, ben sapendo che i primi voli quasi sicuramente non sarebbero mai partiti.
"E' perché hanno fatto questo?"
Semplice...con l'emergenza in corso sono cadute le regole generali, ed è consentito alle compagnie cancellare di voli senza incorrere in penali.
In più, la possibilità di rimborsare in prima battuta i passeggeri tramite voucher anziché in soldoni reali, ha dato modo alle compagnie di poter testare la situazione, consapevoli che se non avessero riempito, avrebbero potuto cancellare i voli, senza rischiare di partire semi-vuoti.
Come facciamo a capire quali voli possono essere cancellati o meno?
 
Noi riusciamo a vedere con i nostri software, per ogni volo, quello che viene chiamato il load-factor, ovvero l'indice di riempimento di ogni volo, per cui quando vediamo un aeromobile con 80/90 posti liberi, su 120 ...le probabilità sono altissime. 
E' soprattutto in questi periodi, che bisogna prestare maggiore attenzione.
Ti sembra una pratica scorretta?
Mai come queste 2 che ti sto per raccontare.
La prima è stata inventata da una compagnia aerea rumena con i suoi manager  che hanno pensato di rifiutare l'utilizzo dei voucher per le prenotazioni sui voli di giugno.
Si hai capito bene!
 
Chi ha un credito per un volo annullato a causa della pandemia, per volare a giugno non può usarlo! E secondo la compagnia deve pagare nuovamente.
Questa si potrebbe chiamare appropriazione indebita...
Tuttavia, si sentono liberi di decidere, senza una ragione valida (ammesso che ci sia una ragione), con la scusa dell'emergenza.
Ma non è tutto, con la scusa di una migrazione verso un nuovo e performante sito stanno rallentando anche per i mesi successivi questa procedura, visto che i loro informatici si sono ricordati di inserire il bottone del pagamento con carta di credito, ma un'amnesia fulminea gli ha impedito di inserire il box per l'utilizzo del voucher credito
La seconda scorrettezza è arrivata dalle sedi di una "spagnola", dagli uffici della quale si sono inventati la 
ri-protezione a pagamento, dopo aver cancellato alcuni voli previsti in questi giorni.
Ai passeggeri che avevano già un biglietto in mano è stata gentilmente rimossa la penale di cambio (e ci mancherebbe), ma  richiesta la differenza di costo "eventuale" con quello nuovo, e considerando che intanto avevano anche pensato ad alzare le tariffe in maniera significativa....puoi immaginare che differenze.
Normalmente una compagnia è tenuta a ri-prenotare (ri-proteggere in gergo tecnico) un passeggero in un volo successivo a scelta, senza che debba pagare supplementi e rimborsare solo in caso di rifiuto del passeggero.
Anche in questo caso, però, fanno quello che vogliono...o almeno credono.
 
Ma non finirà di certo qui! Ci saranno anche altri da "sgamare" e segnalare agli uffici dell'ENAC.
Se non vuoi tuffarti da solo in questo oceano di squali affamati, che vorrebbero solo farti a brandelli, chiamaci subito ed affida a noi il tuo prossimo viaggio e scoprirai cosa vuol dire fare la differenza.

Scrivi commento

Commenti: 0