Quello che DEVI SAPERE sulle assicurazioni viaggio

Travel Tips 2 - Vuoi essere rASSICURATO?

Voglio toccare un argomento di cui la maggior parte delle persone conosce in maniera superficiale e che addirittura "snobba", ponendovi l'attenzione solo quando vi si trova di fronte al problema.

E' un errore madornale, poichè a rischio ci sono i TUOI SOLDI!

Quando si acquista un viaggio, infatti,  le cose a cui si tende prestare maggiormente attenzione (e non sempre) sono quelle di facciata, quindi:

- destinazione/itinerario
- tipologia di sistemazione/i (cosa offre e cosa non offre)
- prezzo (in relazione ai punti sopra o in maniera esclusiva)

Dopo aver trovato la propria composizione ideale, resta l'ultimo tassello:
Assicurare o NON Assicurare la propria spesa?

Consigliamo sempre di ASSICURARE, poichè  il viaggio è un investimento vero e proprio ed a meno che non si tratti di pochi spicci, è sempre meglio mettere al sicuro i propri investimenti poichè nessuno ha la sfera di cristallo e rimanere con le pive nel sacco è un attimo.

Per cui lascia perdere le solite frasi banali:: "Parto anche con la febbre", "si ma tanto che deve succedere", a meno che non ti chiami NOSTRADAMUS

Detto questo, è bene porre attenzione particolare alle varie assicurazioni e le loro clausole assicurative per evitare fraintendimenti che potrebbero risultare dannosi.

Si, perchè un'assicurazione non è buona solo se mi fa pagare qualche euro in meno di polizza, ma è buona SE MI RIMBORSA senza trovare il mimino cavillo per non farlo.

Voglio farti  prestare particolare attenzione alle   assicurazioni "medico/annullamento" incluse nei "pacchetti tutto compreso" dei Tour Operator, che in molti casi sono inserite nelle Quote di Iscrizione degli stessi, in forma "gratuita", che gratuita neanche più di tanto considerando il valore di queste quote d'iscrizione!

Ora, tu sai bene che se è gratis, varrà poco o nulla (è una regola universalmente conosciuta)

Faccio un esempio pratico delle clausole di queste assicurazioni prendendo ad esempio il regolamento esposto nel catalogo di un famoso Tour Operator Italiano (non metto il nome altrimenti dovrei fare la comparazione con tutti gli altri).

Ti mostro subito quali sono le coperture di questa polizza INCLUSA nel pacchetto:

Come possiamo vedere, salta all'occhio subito l'ultima parte in cui ci viene detto che la polizza, comunque, copre fino a 1500 euro a passeggero, anche se la spesa è maggiore.

"Beh non è poco", starai pensando!

Sicuro?

Tieni conto che nei periodi di alta stagione, per esempio le imminenti vacanze natalizie, dove si cumulano la maggior parte delle prenotazioni, la spesa media è di € 1800 a persona con picchi più alti, visto che le mete scelte son quelle tropicali.

Abbiamo trovato, già un punto su cui prestare molta attenzione e calibrarlo in base al viaggio che si sta per intraprendere, per decidere se stipulare un'assicurazione aggiuntiva magari.

Ma ci sono altri 2 punti importanti che vediamo di seguito:

Da questo capiamo in linea generale quali sono le cause per cui è previsto il rimborso:

- Malattia ed infortunio CERTIFICATO che colpisca i partecipanti al viaggi.
 E' importante capire che le assicurazioni coprono il viaggiatore che denuncia l'annullamento + 1 in automatico. Se ci sono più partecipanti, si deve dimostrare la parentela.

- malattia dei parenti stretti a patto che venga certificato il bisogno della presenza del viaggiatore che non può partire (i casi non sono moltissimi).
Inoltre in questo caso occhio alla cause pre-esistenti.

L'ultima parte, importantissima, è quella delle franchigie che verranno applicate al rimborso  (la franchigià non è altro che la parte trattenuta dall'assicurazione):

E qui casca l'asino. A meno che il passeggero sia morto o in grave condizioni, si arriva ad un 25% che è tantissimo! (le assicurazioni serie non superano il 15%, solitamente)

Come dici? Vuoi anche un esempio?...ecco qui:

Immaginiamo una famiglia di 2 adulti  ed 1 bambino che si vogliano recare ai Caraibi, durante il periodo natalizio.
Scelgono il loro villaggio nell'isola preferita, mettiamo CUBA, ed investono un totale di spesa di € 6000, ma sono anche tranquilli perchè il Tour Operator ha già incluso l'assicurazione annullamento.

Mettiamo adesso che la famiglia, all'ultimo, non possa partire perchè al bambino è comparsa la varicella o qualcosa di simile  (cosa abbastanza comune) e decidono di annullare la propria vacanza un paio di giorni prima....tanto c'è l'assicurazione!

La penale in questo caso è del 100% su cui dovrà intervenire questa assicurazione...

Nel costo inizlaie sono anche incluse chiaramente quelle "quote d'iscrizione ed i visti cubani e queste 2 voci di spesa non sono mai rimborsabili e neanche coperte dall'assciurazione.

Dal totale pagato, quindi, bisogna prima  togliere le quote d'iscrizione ed i visti non rimborsabili, per cui:

€ 6000 - € 375 (calcoliamo € 100 di iscrizione + 25 di visto a testa) = € 5625

Poi , come abbiamo visto prima, l'assicurazione "gratuita" del tour operator copre fino a 1500 euro a passeggero, per cui fino a € 4500 in questo caso,anche se  la famiglia aveva speso di più:

Differenza tra € 5700 e € 4500 = € 1200...altre euro smenate

In 2 passaggi hanno già perso € 1575 totali, ma non finisce qui..

La causa dell'annullamento prevede una franchigia applicata del 25%

€ 4500 - € 1125 (la franchigia) = € 3375 di soldi non rimborsabili

Hanno bruciato il 57% della spesa iniziale!!! Eppure, pensavano di essere assicurati a dovere..

Un'altra cosa da NON FARE ASSOLUTAMENTE  quando si annullano le vacanze, o il viaggio che si deve intraprendere,  è ignorare le tempistiche di comunicazione all'assicurazione.

Ma di questo ne parliamo nelle prossime Travel Tips!


Adesso ti starai chiedendo "vabbè ma allora l'assicurazione che la faccio a fare se la devo prendere sempre nel deretano? "

Eh no caro, stai sbagliando ancora! Te l'ho detto all'inzio

Devi solo prestare attenzione al tipo di assicurazione e non affidarti completamente a quelle  "incluse gratuitamente" e farti guidare da mani esperte.

Noi ti accompagniamo in tutte le fasi del viaggio, anche in quelle che tu "snobberesti", e da anni ci avvaliamo di assicurazioni TOP. Nessuna sorpresa, ed in più ci occupiamo noi di tutta la trafila dei documenti. Tu dovrai darci solo la giustificazione (il certificato medico o altro) e l'IBAN.

Se, invece, pensi di avere una motivazione che ti possa far  annullare la vacanza che conosci già al momento della prenotazione, e quindi non imprevista, puoi valutare se avvalerti delle polizze "senza giustificazione".
Paghi un pò di più ma stai più tranquillo.

 

Alla prossima #TravelTips

 

Luca

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    [url=https://essayguardian.com/]essays[/url] (giovedì, 22 marzo 2018 12:02)

    The information you shared here is unique and informative which is very rear to see nowadays.
    I would have missed the useful information if I didn't find your site.
    So keep on sharing hope to see more from you.