L'assicurazione non copre né pandemie, né paure

In questi giorni confusi e di smarrimento collettivo, cerchiamo tutti di capire quando si riuscirà a venir fuori da questo tunnel, che ha modificato totalmente abitudini, piaceri e libertà a cui tutti eravamo abituati.

 

D'altronde dobbiamo, per il bene di tutti, cercare di seguire le regole e far passare la tempesta, dopodiché prima o poi ne usciremo sicuramente.

 

Nelle ultime settimane sono tanti i quesiti che si sono posti tutte le persone che avranno un viaggio in programma nelle prossime settimane e che, ancora, non sono stati risucchiati dal vortice dell'emergenza come quelli in Marzo o Aprile ad esempio.

 

Cerchiamo quindi di rispondere in maniera chiara a tutti questi quesiti, con articoli che possano essere utili anche nel futuro.

 

Di fatto, un viaggiatore ben informato, non sarà mai un viaggiatore sorpreso. Ed i nostri non lo sono.

 

Chiaro che, in una situazione che non ha precedenti storici di simile grandezza, è difficile stabilire con certezza quanto lungamente si protrarrà l'emergenza ed anche, nel momento che questa sarà cessata, in quanto tempo si tornerà in condizioni di normale abitudinarietà.

 

E' tutto nuovo, ci è tutto cascato addosso a tutti all'improvviso, è tutto da decifrare.

 

Resta il fatto che, comprensibilmente, passano i giorni e tra decreti, proroghe, blocchi più restrittivi e preoccupazioni, molte persone si sentono smarrite e con dubbi sui mesi avvenire, soprattutto per chi ha viaggi in programma fuori dalle restrizioni attuali.

 

In questo articolo vogliamo chiarire i dubbi sulle  ASSICURAZIONI acquistate o non acquistate a copertura del proprio pacchetto viaggio

 

A tal proposito, le domande che, in questo senso, ci vengono poste frequentemente sono queste:

 

- il mio viaggio è in programma a Maggio/Giugno/Luglio o oltre, si partirà tranquillamente?

- posso aggiungere l'assicurazione annullamento

- ho fatto la polizza annullamento, sono coperto nel caso rinunciassi?

 

Ad oggi, che abbiamo passato da poco la metà di Marzo, non è chiaramente possibile sapere quanto durerà l'emergenza e quindi è impossibile fare previsioni, oltre che augurarsi che duri il meno possibile.

 

Detto questo, è importante che voi sappiate che, nel caso di  pandemia (quello che stiamo vivendo in queste settimane) l'assicurazione che eventualmente accompagna o avete acquistato unitamente al vostro viaggio,  NON COPRE gli annullamenti preventivi che hanno come causa la pandemia stessa.

Ovvero non la contempla come MOTIVAZIONE per annullare un viaggio, non soggetto al momento a restrizioni.

 

Inoltre non è possibile aggiungerla in un secondo momento, rispetto alla prenotazione del viaggio, per motivi facilmente intuibili.

 

Ma quindi l'assicurazione che ho stipulato è una fregatura?

 

Assolutamente no!

 

L'assicurazione annullamento copre il rimborso delle vostre penali, nel caso siate voi i colpiti direttamente da quello che si chiama "sinistro", ovvero un motivo/causa che vi impedisca oggettivamente di partire.

Principalmente ci viene in mente un motivo di salute, ma ci sono varie casistiche contemplate.

 

Questo motivo dev'essere OGGETTIVAMENTE DOCUMENTABILE, quindi deve essere dimostrato con un certificato,  pertanto, la PAURA che chiunque possa avere  rispetto al luogo o alla realizzazione del viaggio futuro, e che non è ancora soggetto a restrizioni e magari mai lo sarà, non può esserlo poiché la paura è soggettiva e non documentabile.

 

Ma quindi perdo i soldi del mio viaggio?

 

Assolutamente no!

 

Nel caso, infatti, che lo stato di emergenza si protragga ancora e vada a toccare mesi futuri, si prorogheranno sicuramente le misure di emergenza con conseguente cancellazioni di voli, viaggi etc.

Pertanto i vostri soldi sono in salvo, anche se non avete stipulato nessuna assicurazione annullamento.

 

Inoltre, allo stato attuale, la maggior parte delle compagnie aeree hanno modificato o cancellato le penali per il cambio data, e nella stessa scia anche hotel (che in realtà avevano già politiche più flessibili), tour e noleggi, consentendo anche a chi ha in programma viaggi nei prossimi mesi, e fuori dal periodo attuale di emergenza, di poter posticipare il proprio viaggio in tutta tranquillità e senza incorrere in penali varie.

 

L'assicurazione, rimane valida, invece, per tutti quei motivi che vi impediscano di partire e che vi colpiscano direttamente se lo stato di emergenza finirà (come si spera) ed i viaggi saranno normalmente fruibili.

 

State sicuri che rivedremo presto l'arcobaleno

 

 

Alla prossima da

 

Luca e Bianca

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0